L’ Associazione Pro Emigranti Abruzzesi viene costituita a Vasto nello studio del notaio Dott, Arnaldo Lo Iacono nel 10 Agosto del 1985 con la finalità di “promuovere qualsiasi iniziativa intesa a rinsaldare i legami degli emigranti con il loro Paese d’origine ed esaltare e far conoscere l’opera ed il lavoro svolto dagli emigranti all’estero”. Per il perseguimento di questi nobili scopi l’Associazione si prefigge di “curare l’organizzazione di manifestazioni, incontri, viaggi all’estero, pubblicazioni e svolgere ogni altra attività promozionale ritenuta idonea” ed in modo particolare “la realizzazione di un monumento all’emigrante da far erigere in Vasto”. Promotore dell’iniziativa è Silvio Petroro, un industriale vastese che aveva trascorso un periodo della sua giovinezza in Australia come emigrante ed un nutrito quanto eterogeneo gruppo di amici legati dall’interesse intorno ai problemi dell’emigrazione. A firmare l’atto costitutivo e lo Statuto dell’Associazione sono infatti, oltre a Petroro, Angelo Cianci, editore e direttore di Vasto Domani, un periodico nato nel 1966 che porta addirittura nella testata la finalità di “giornale dei vastesi nel mondo”, Espedito Ferrara, scrittore e poeta vernacolare, demologo e giornalista, Renato Terpolilli, poeta, Francesco Paolo Cieri, Giovanna Monteodorisio, Carlo Bolognese, Antonio Della Penna, Armando Cardone, Silvana Molino, Giancarlo D’Amore, Ada Daniela D’Amore, Renato Cannarsa, Luciana Di Guilmi ed Emidio Patriarca.

A presiedere il direttivo dell’Associazione viene indicato sin dall’inizio Silvio Petroro, il quale ne rimane ininterrottamente a capo sino al momento della sua scomparsa, coadiuvato dal contributo sempre entusiastico ed appassionato delle persone che si sono avvicendate nelle cariche di direzione.

Grazie all’impegno di costoro, molti dei compiti statutariamente previsti sono stati assolti ed in modo particolare quello di fare del Sodalizio un serio ed affidabile punto di riferimento e di raccordo con gli emigrati abruzzesi e vastesi sparsi nel mondo, ai quali si è tentato di far sentire in questi anni una premurosa attenzione da parte dei corregionali e concittadini sotto forma di scambi culturali a beneficio dei più giovani, di manifestazioni solidaristiche, di rapporti economici e commerciali, di contatti tra le rispettive istituzioni politiche. Tra le iniziative felicemente riuscite vanno annoverate i Ponti dell’Amicizia con gli abruzzesi in Canada ed in Australia, l’istituzione della Festa del Ritorno, appuntamento diventato ormai tradizionale che si celebra ogni anno a Vasto la prima domenica d’ agosto, la realizzazione del Monumento all’Emigrante, la collocazione di un cippo commemorativo all’ingresso della Villa Comunale, il gemellaggio con Perth in Australia, che ha consentito di rendere più solidi i rapporti con la numerosa collettività vastese nel West Australia e le relazioni con le istituzioni di quello Stato.

In allegato lo Statuto dell’Associazione in formato PDF